Granita Siciliana e Brioscia con il Tuppo

La ricetta della granita come in Sicilia!

La Granita Siciliana è un vero e proprio cimelio della cultura culinaria della nostra bella isola. Fresca e dissetante, racchiude il sapore intenso della frutta ma non solo, la granita al caffè, per esempio, ovvero a menza ca panna, è un vero e proprio culto a Messina.

Per realizzare un’ottima Granita Siciliana non serviranno mantecatori o strumenti irreperibili, quelli li lasciamo volentieri ai professionisti del settore, noi ci proviamo con quel che abbiamo in casa, vedrete che il risultato vi stupirà!

Insieme alla Granita Siciliana è immancabile la Brioscia con il Tuppo, non la brioche e nemmeno la brioss, LA BRIOSCIA, con una bella palla sopra, il tuppo, da staccare per primo e inzuppare voracemente nella granita, possibilmente con panna. Un sogno!

Per chi non lo sapesse in Sicilia è usanza fare colazione con una bella Granita e Brioscia, è strano da concepire per chi è abituato al Croissant e al cappuccino, lo capisco ma vi invito a provare e mi farete sapere, resterete ammaliati da cotanta bontà!

Detto questo è ora di mettersi all’opera, pronti? 3, 2, 1… Mani in pasta!

Ingredienti e preparazione della Granita Siciliana e della Brioscia con il Tuppo:

INGREDIENTI PER LA GRANITA ALLA FRAGOLA:

  • 450 g di fragole fresche lavate e private del picciolo
  • 375 g di zucchero semolato
  • 450 g di acqua
  • Il succo di un grande limone

INGREDIENTI PER CIRCA 9/10 BRIOSCE CON IL TUPPO:

  • 500 g di farina forte ( almeno 330 W ma va bene anche una comune Manitoba)
  • 170 g di latte intero
  • 100 g di zucchero semolato
  • 10 g di lievito di birra fresco o 3 g di lievito secco
  • 80 g di burro ( possibilmente Bavarese)
  • 2 uova medio/piccole ( circa 100 g)
  • 20 g di miele
  • La scorza grattuggiata di una grande arancia
  • Un cucchiaio di pasta di vaniglia o i semi di un baccello di vaniglia o una bustina di vanillina
  • 8 g di sale

Procedimento della Granita Siciliana alla Fragola:

Iniziate preparando uno sciroppo di acqua e zucchero, mettetelo da parte.

Lavate bene le fragole e privatele del picciolo, frullatele benissimo insieme al succo di limone in un mixer ( io ho usato il Bimby).

Unite adesso lo sciroppo, mescolate bene e versate il composto ottenuto in un contenitore basso e largo, riponetelo in congelatore.

Quando dovrete consumarla vi basterà estrarla dal congelatore, lasciarla dieci minuti a temperatura ambiente, prelevare con un cucchiaio la quantità che vi serve e frullarla nel mixer, fate attenzione che non sia troppo congelata o potrebbero rovinarsi le lame (con il Bimby andate tranquilli).

Procedimento delle Briosce con il Tuppo:

In una planetaria munita di gancio o nel Bimby inserite la farina, il latte, gli aromi, il lievito sbriciolato e lo zucchero, avviate la macchina e fate compattare il composto, lavoratelo un po’. Quando sarà sufficientemente lavorato aggiungete il miele e le uova, una alla volta, continuate ad impastare, quando l’impasto inizierà a prendere un po’ di corda aggiungete il burro morbido, a tocchetti, un pezzetto per volta e per finire il sale.

Impastate fino ad ottenere un composto perfettamente liscio ed incordato, pirlatelo e mettetelo a lievitare ben coperto in un luogo caldo, non oltre i 28 gradi.

Quando il composto sarà raddoppiato ( dovranno passare circa 3 ore) riprendetelo e formate le vostre Briosce con il Tuppo, i pezzi più grandi fateli da 80 g il tuppo sopra da 20.

Pirlate tutte le palline e fatele rilassare, coperte, per 10 minuti circa. Riprendete i pezzi grandi e praticate un foro nel mezzo dove inserire la pallina più piccola dopo averne allungato leggermente una estremità.

Ponetele in teglia cercando di distanziarle tra di loro per evitare che in cottura si attacchino.

Fatele lievitare al caldo almeno altre 2 ore, dovranno raddoppiare il loro volume. Passato questo tempo spennellate con un mix di latte e tuorlo e infornate in forno statico alla temperatura di 170/180 gradi per circa 20 minuti, se verso la fine il tuppo dovesse colorirsi troppo aprite il forno e coprite la teglia con un foglio di stagnola, proseguite la cottura.

Una volta pronte estraetele dal forno e copritele con un panno per una ventina di minuti.

Ecco le vostre Briosce con il Tuppo pronte da inzuppare in una bella Granita Siciliana alla Fragola, buon appetito!

Note e Conservazione:

Conservate le vostre Briosce in un sacchetto di plastica o carta per due giorni al massimo o congelatele già cotte, vi basterà scongelarne una quando vorrete mangiarla.

Potete tagliare a metà la vostra Brioscia e riempirla di gelato, proprio come si usa fare in Sicily!

Seguiteci su Instagram e Facebook!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...